Home L'Avvocato risponde ACQUISTO DI BENI SU INTERNET
Jan 25
Saturday

Welcome on our new website
INFORMATORE.COM
The site about european art and antiques trade,
calendars about more than 1300 Auctions Houses, more than 300 organizers, 1100 international markets,
all specialized markets..and more!

Replicant2
prev next
Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)French (Fr)Deutsch (DE-CH-AT)Español(Spanish Formal International)
Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

ACQUISTO DI BENI SU INTERNET
Monday, 04 March 2019 23:00
There are no translations available.

Quesito:

Gentile Avvocato,

sono un’appassionata di vintage e da anni frequento mercatini, però sto scoprendo anche la comodità e grande varietà di oggetti nei siti di vendita internet (come Subito o E-bay): visto che sono “vecchio stampo”, come è possibile tutelarsi dalle truffe? (Ad esempio, ammettiamo di pagare, ma poi non si riceve l’oggetto, oppure arriva una cosa diversa da quella delle foto, ecc.). Grazie in anticipo, saluti.

A.P.

Risposta:

Gentilissima lettrice,

gli acquisti in Internet sono sempre più diffusi e non è facile prevedere tutte le possibili casistiche di tentativi di truffa: in via generale e primariamente, mi permetto però di suggerirLe di evitare di formalizzare gli accordi solo oralmente, ma di riportare gli stessi anche via mail.

Nella mia esperienza, infatti, mi vengono riferiti casi in cui i venditori -dopo un primo contatto via messaggio- scrivono che preferiscono definire gli accordi telefonicamente, anche per ragioni di comodità e speditezza, poi però non ottemperano per nulla o lo fanno con modalità diverse (e penalizzanti per l’acquirente), rispetto a quelle concordate.

Ovviamente, senza una traccia per iscritto sugli accordi e sulla base di una mera telefonata sarà molto difficile avallare le proprie ragioni: conviene sempre, quindi, innanzitutto stampare le foto dell’oggetto che si vuole acquistare (da ricordare, infatti, che il venditore può rimuoverle in qualunque momento), inoltre ribadire anche via mail le precisazioni e gli accordi intercorsi oralmente (prezzo, modalità su come dev’essere effettuato il pagamento, se vi siano difetti e quali, ecc.).

Così facendo, in caso di tentativo di truffa è possibile stampare la corrispondenza intercorsa e denunciare l’accaduto alla Polizia Postale, che in questo modo avrà sia i riferimenti per poter risalire al/alla responsabile, sia gli elementi per fare le indagini.

Spero di esserLe stata utile: in ogni caso resto a disposizione per un’eventuale consulenza personalizzata.

Cordialissimi saluti.

Avv. Veronica Gnudi

 

L'Informatore on Tour

 

 

 

Where We are

M.A.ANT. srl

Via Monte Albano, 38
40135 Bologna ITALY
tel. +39 051 6145127
fax +39 051 0934695

P.I. 01515110409

Home L'Avvocato risponde ACQUISTO DI BENI SU INTERNET

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra politica sulla privacy.

I accept cookies from this site.