Home Notizie dal mercato - Mostre Il 18 novembre 2023 da LEMPERTZ IN ASTA A COLONIA RITORNANO GLI OLD MASTERS
Jun 24
Monday

Welcome on our new website
INFORMATORE.COM
The site about european art and antiques trade,
calendars about more than 1300 Auctions Houses, more than 300 organizers, 1100 international markets,
all specialized markets..and more!

Replicant2
prev next
Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)French (Fr)Deutsch (DE-CH-AT)Español(Spanish Formal International)
Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Il 18 novembre 2023 da LEMPERTZ IN ASTA A COLONIA RITORNANO GLI OLD MASTERS
Trade News
Friday, 10 November 2023 15:58
There are no translations available.

Lempertz presenta a Colonia l’asta dedicata agli Old Masters. Ritornano i dipinti e i disegni degli antichi maestri nella giornata di sabato 18 novembre, in un’asta asta divisa in due sessioni e composta da oltre 420 lotti. In una maggioranza di dipinti di area fiamminga e nordeuropea, i collezionisti italiani troveranno alcune opere di assoluto interesse.

Tra i top lot sicuramente il Ritratto di pescatore, opera recentemente restituita a Giuseppe Recco e Massimo Stanzione, dopo una travagliata vicenda attributiva. Una tela moderna, frutto della collaborazione di questi due importantissimi artisti, che entra in dialogo diretto con lo spettatore (lotto 2040, stima 100.000-140.000 euro).

Sono di particolare interesse anche due tele a soggetto mitologico del raro ed eclettico pittore veronese Franceso Perezzoli, conosciuto anche come Ferrarino in riferimento alla professione del padre che era fabbro (Lot. 2080, stima 30.000-35.000 euro). Si tratta di due opere di alta qualità con una buona conservazione e piacevolezza del soggetto rappresentato e che presentano alcune caratteristiche ricorrenti nell’opera di Ferrarino. Corpi esili e sinuosi e una composizione affollata e brulicante abitata da figure in scala ridotta poste di fronte a vasti paesaggi classici o a imponenti edifici.

Un’altra opera imperdibile è Il riposo durante la fuga in Egitto di Benjamin Gerritsz Cuyp (Lot. 2036, stima 30.000 – 50.000 euro). L'artista fu formato dal fratellastro Jacob Cuyp, ma la pennellata spontanea e gli effetti chiaroscurali delle sue opere rivelano l'influenza di Rembrandt, soprattutto del suo primo periodo a Leida. È stato probabilmente dipinto negli anni Trenta del XVI secolo, all'inizio della carriera dell'artista, quando il pittore era al massimo dell'innovazione e del talento.

L’asta continua con un gruppo di tavole cinquecentesche che spaziano da una Sacra Famiglia di Filippo Mazzola e una Annunciazione attribuita a Girolamo da Santacroce, alla Sacra Famiglia opera di Giulio Francia (lotto 2014, stima 30.000-40.000 euro), uno dei pochi dipinti che possono essere attribuiti esclusivamente a lui, poiché la maggior parte delle sue opere esistenti sono collaborazioni con il fratello Giacomo.

Continuando ad esplorare il Rinascimento e il Manierismo, si incontra una rara Lucrezia di Leonardo Grazia da Pistoia (Lot. 2201, parte II, stima 20.000-25.000) recentemente restituita al pittore e riconosciuta da diversi storici dell’arte.Per gli amanti delle nature morte, di grande fascino i due Trompe l'oeil del XVIII Secolo (Lot. 2289, stima 18.000-22.000 e lot. 2294, 5.000-7.000), espressione di una curiosità illusionistica tipicamente barocca e diametralmente opposte alla bella natura morta di Georg Flegel, precursore tedesco del genere (lotto 2026, stima 60.000-70.000 euro).

Parecchi esempi italiani anche nella nutrita sessione di disegni (lotti 2295 – 2363, part II). Da segnalare anche la coppia di angeli umbri in legno policromo del 1600 circa (lotto 2123, stima 15.000-17-000).

Sono di grande impatto anche gli splendidi dipinti e disegni di Jacob Philipp Hackert (lotti 2138 – 2143): una Veduta di Fiesole, due fogli rappresentanti vedute di Sessa Aurunca e del Castello di Capraia, provenienti dal lascito del pittore, e due disegni del Volturno e dei dintorni di Pisa.
Tra le vedute di Ottocento inoltrato, si segnala anche una bella vista dal Ponte tra Ariccia e Albano dipinta da Oswald Achenbach (Lot. 2174, stima 25.000-30.000).

Molto interessanti anche le tre vedute di Carl Wuttke, piccole tele rappresentanti il Taj Mahal, Pechino e la città imperiale di Tsingau (lotti 2417-2419).

A completare questa ricca offerta una romantica Veduta di Villa d’Este a Tivoli, di Otto Pippel (Lot. 2438, stima 3000-4000).

Sfoglia i cataloghi:

Asta 1231 - Old Masters and 19th century, Part I

Lot 2000 - 2192

https://www.lempertz.com/en/catalogues/detail/1231-1-old-masters-and-19th-century-part-i.html

 

Asta 1231 - Old Masters and 19th century, Part II

Lot 2200 - 2438

https://www.lempertz.com/en/catalogues/detail/1231-2-old-masters-and-19th-century-part-ii.html

 

 

 

L'Informatore on Tour

L'informatore News sarà presente a Mercanteinfiera
dal 2 al 10 marzo 2024

 

 

 

Where We are

NEWMAN

Via Monte Albano, 38
40135 Bologna ITALY
tel. +39 051 6145127
fax +39 051 0934695

P.I. 03492311208

Home Notizie dal mercato - Mostre Il 18 novembre 2023 da LEMPERTZ IN ASTA A COLONIA RITORNANO GLI OLD MASTERS

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra politica sulla privacy.

I accept cookies from this site.